Matrimonio: come superare la crisi del settimo anno

 In News

Il matrimonio è l’esperienza più bella e difficile che un essere umano possa mai vivere.

Perché? Semplice! La convivenza tra due persone è un esperimento complesso, che non sempre si risolve nel modo migliore.

L’impegno e lo stress che tale condizione comporta può non essere ben distribuito tra le due parti e portare ad un’emorragia letale…

Si usa dire crisi del settimo anno per rappresentare il momento down che vive una coppia sposata, con figli o senza.

Perché proprio il settimo anno? In realtà la crisi può avvenire prima o dopo i sette anni, o addirittura non comparire affatto!

Il numero 7 è solo un simbolo e non ha riscontri “scientifici” o “statistici”.

La crisi di coppia resta, in ogni caso, una conseguenza con cui fare prima o poi i conti, e che può manifestarsi più volte nell’arco degli anni o spesso ma a piccole dosi.

E allora come si supera questa eventuale crisi?

Prevenire la crisi

I primi campanelli di allarme sono i seguenti:

  1. Qualunque cosa dica o faccia il proprio compagno o compagna tende a provocare fastidio e intolleranza nella coppia.
  2. Si inizia a comunicare poco, o solo per questioni legate alla gestione quotidiana della famiglia.
  3. I partner tendono ad isolarsi e a vivere da estranei in casa.

Come rimediare? Volere è potere!

Quindi, in primis, occorre la volontà da parte di entrambi di voler superare il grave momento di difficoltà!

Le cose semplici che possono aiutare la coppia a ritrovare la voglia di stare insieme e di amarsi sono la condivisione della routine quotidiana attraverso nuove modalità ed esperienze.

Quali? Prima di tutto la prima azione efficacie è parlare, di tutto e di più, intraprendendo anche i cosiddetti discorsi “futili”: programmi tv, l’assembla di condominio e il tempo.

Ammettere il problema parlandone e in modo sereno.

Scegliere degli hobby comuni, dedicare del tempo solo alla coppia, aumentare lo spazio per i propri rapporti intimi (dandogli la giusta importanza, senza esagerare) e frequentare un terapista coniugale sono delle ottime pratiche, capaci di far rinascere la scintilla.

Occorre riprendersi pian piano affrontando il problema assieme.

Ascoltate i nostri consigli e supererete qualsiasi crisi coniugale!

Post suggeriti

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

rossetto-rossoSignature Drink